Lettera di Fabrizio

Roma lì 11 marzo 2020

            

Cari amici,

a causa del coronavirus siamo tutti segregati a casa o a studio mentre in televisione, alla radio, nei bar e per strada non si parla d’altro che di questo maledettissimo morbo.

Come sapete siamo stati costretti a sospendere anche le nostre attività ma la forzata lontananza non incide ovviamente in alcun modo sui rapporti di autentica amicizia e di sincero affetto che si sono creati fra noi.

Purtroppo non sappiamo quando le nostre attività potranno riprendere ma invito tutti (me compreso!) ad utilizzare il telefono, i social, la corrispondenza ecc. ecc. per tenerci in contatto e dimostrare, se ce ne fosse bisogno, che pur lontani siamo sempre un bellissimo gruppo di amici.

            

Con molto affetto

Fabrizio

Torna in alto

Facebook